Vai al contenuto della pagina

torna su




Homepage / Letture / Riflessioni / Poesia a mio figlio

Poesia ad un figlio

C'erano una volta due donne
che non si erano ma incontrate.
Una di cui non ti ricordi,
l'altra che chiami "Mamma".
Due vite differenti, nel compiere
una sola, la tua.
Una fu la buona stella,
l'altra il sole.
La prima ti donò la vita,
la seconda ti insegnò come viverla.
La prima creò in te il bisogno d'amore,
la seconda fu là a colmarlo.
Una ti donò le radici,l'altra ti offrì il suo nome.
La prima ti trasmise i suoi doni,
l'altra ti propose uno scopo.
Una fece nascere in te l'emozione,
l'altra calmò in te le angosce.
Una ricevette il tuo primo movimento,
l'altra asciugò le tue lacrime.
Una ti offrì in adozione, e tutto quello che poteva fare per te,
l'altra pregò per avere un bambino e Dio la portò da te.

E adesso non chidermi la questione eterna:
"l'eredità naturale o l'educazione, di chi sono il frutto?
Né dell'una né dell'altra, bambino mio.
Ma semplicemente delle due differenti forme d'amore.

Poesia anonima di una madre adottiva, pervenuta grazie alla Dott.ssa Maria Rita Altieri, responsabile del GIL Adozioni di Rieti.

 

torna su