Vai al contenuto della pagina

torna su




Homepage / L'Adozione Internazionale / Abbinamento ed adozione

Abbinamento ed adozione

E' la fase che intercorre tra la decisione dell'abbinamento e l'emissione della sentenza definitiva di adozione o il recepimento nel nostro ordinamento di quella disposta dallo Stato Estero.

L'Ente Autorizzato, trasmessa alle Autorità dello Stato Estero la documentazione relativa alla coppia, svolge all'estero tutte le pratiche relative all'adozione, al termine delle quali  propone ai coniugi l'abbinamento, trasferendogli anche tutti i documenti relativi al minore di cui è in possesso, affiché la coppia possa assumere consapevolmente la propria decisione. I coniugi, nel caso decidano di accettare l'abbinamento proposto dall'Ente Autorizzato, ne danno formale consenso.

A questo punto l'Ente Autorizzato comunica alla CAI ed alle Autorità Straniere l'abbinamento realizzato, e trasferisce al Tribunale per i Minorenni copia degli atti e della documentazione relativa al minore, affinché questo possa verificare l'esistenza delle condizioni di cui all'art. 4 della Convenzione dell'Aja.

L'Ente Autorizzato quindi assiste la coppia per tutte le attività da svolgere all'estero, vigila sul rientro in Italia dei genitori adottivi e del minore, e ne dà comunicazione al GIL Adozione territorialmente competente. E' sempre l'Ente che informa la famiglia adottiva sul successivo iter amministrativo in Italia e produce tutta la documentazione necessaria alla famiglia ai fini lavorativi e fiscali.

Il Tribunale dei Minorenni nel caso in cui l'adozione sia stata disposta dalle Autorità di uno Stato firmatario della Convenzione dell'Aja, ne dichiara l'immediata efficacia in Italia, altrimenti emette un decreto di affidamento pre-adottivo.

In quest'ultimo caso il Tribunale dei Minorenni comunica il decreto ai coniugi, al GIL A competente, al P.M., al tutore legale,  ed incarica i GIL A di vigilare sull'andamento dell'affidamento pre-adottivo del minore, nel qual caso l'iter seguito è lo stesso previsto per il completamento del processo dell'adozione nazionale.
 

torna su